The ALF rescued a neglected dog from a home in Italy.

Italian:
"Una villa sfarzosa con cancellate in ferro battuto e addirittura le iniziali del proprietario scolpite sul pavimento, sfarzosa ma completamente abbandonata. Nel giardino, tra immondizia e erba incolta, nel più totale degrado, prigioniero in una gabbia di pochi metri quadrati c'era lui. Solo giorno e notte, senza cibo ma sopratutto senza acqua a sua disposizione, ( pare che il proprietario si recasse raramente a dare da mangiare al povero cane ), e in queste giornate roventi, l' assenza di liquidi sarebbe stata letale. I liberatori dopo alcuni sopralluoghi atti a testimoniare lo stato di abbandono e le condizioni fisiche dell' animale hanno deciso di spezzare le catene, e al calar delle tenebre, senza alcun timore e con la consapevolezza di fare la cosa giusta, lo hanno liberato, lasciando alcuni ricordi del loro passaggio all' aguzzino. Ora è al sicuro, amato e coccolato dalla sua nuova famiglia che lo ha accolto a centinaia di chilometri di distanza dal luogo della sua detenzione, dovrà prendere qualche chilo di peso e purtroppo come spesso capita nei cani maltrattati e risultato positivo ad una malattia che si sarebbe evitata se solo fosse stato VACCINATO.

Lunga vita al nostro grosso amico, una vita di merda invece per il suo carceriere"